Via Urbano Isnardi, 13 ASTI
349 6729627
madonnadelportone@outlook.com

In tempo di attesa

Maria, Porta del Paradiso, prega per noi.

In tempo di attesa

Il Tempo di Avvento è un momento forte in cui la Chiesa invita tutti i fedeli a intensificare l’attesa del Signore Gesù che verrà di nuovo mediante la preghiera e la carità fraterna, oltre che una preparazione alla celebrazione del Natale. Il Santuario propone:

  • L’albero di Natale condiviso e la cassetta per le intenzioni
  • La Luce di Betlemme
  • I miei occhi hanno visto la salvezza
  • Un regalo che dona speranza

L’albero di Natale

Il Santuario propone l’addobbo condiviso dell’albero di Natale che verrà collocato nell’atrio in facciata: quindi, chi lo desidera, potrà portare qualcosa da appendere. Nei pressi dell’albero verrà collocata una cassetta che potrà essere utilizzata dai bambini e dai “grandi” per imbucare pensieri e intenzioni. Poi la notte di Natale la cassetta sarà portata dinnanzi alla statua del Bambino Gesù nel presepe.

Ritorna la Luce di Betlemme

Anche quest’anno la Luce di Betlemme tornerà in Santuario e l’accoglieremo domenica 19 dicembre alla S. Messa delle ore 10. Poi per tutto il Tempo di Natale sarà conservata presso il presepio.

Di cosa si tratta

Nella Chiesa della Natività a Betlemme vi è una lampada ad olio che arde perennemente da moltissimi secoli, alimentata dall’olio donato a turno da tutte le Nazioni cristiane della Terra. A dicembre ogni anno da quella fiamma ne vengono accese altre e, tramite gli Scout e altre associazioni, vengono diffuse su tutto il pianeta come simbolo di pace e fratellanza fra i popoli.

I miei occhi hanno visto la salvezza

La pandemia correlata al Covid ha creato un’emergenza a livello mondiale che sembra non essere ancora giunta a termine: tutti i Paesi sono stati colpiti dal virus e nei Continenti più disagiati i servizi sanitari sono al collasso. Il governo del Sud Sudan ha chiesto aiuto alle organizzazioni di volontariato che operano sul territorio per somministrare le dosi vaccinali alla popolazione, secondo la condizione di fragilità e di relativo rischio delle singole persone. Il progetto proposto dalla Caritas rappresenta qualcosa di nuovo, di diverso dalla sola necessità sanitaria: è il banco di prova di una società globale che è chiamata a fare i conti con la propria coscienza e con una nuova concezione di solidarietà e sussidiarietà.

Per offerte:  vedi locandina

Un regalo che dona speranza

L’Ordine Secolare Francescano di Asti si fa promotore di questa raccolta di beneficenza con i loro panettoni. Il ricavato servirà a sostenere la mensa per i poveri del convento S. Antonio di Torino. Il Santuario li ospiterà domenica 12 dicembre alle ore 10.